Un tuffo nella natura della Versilia

La Versilia, per la sua estensione dal mare alle montagne, abbraccia diverse zone di interesse naturalistico. A Nord sorgono le Alpi Apuane, la zona della costa si estende fino al confine col comune di Pisa dove si trova la Pineta di San Rossore, mentre più internamente troviamo la zona umida del Lago di Massaciuccoli.

Parco delle Alpi Apuane
Questa catena montuosa della Toscana nord-occidentale ha uno sviluppo di circa 60 km lungo la costa del mar Tirreno nelle aree della Versilia, Lunigiana e Garfagnana. La salvaguardia di un ecosistema così imponente e vasto è resa importante dai grandi interessi economici che ruotano nella zona: i marmi sono di qualità molto pregiata ed estratti sin dall’antichità. Oltre ad essere uno dei motori trainanti di tutta l'economia della zona, la bellezza e la qualità del materiale lo ha reso celebre in tutto il Mondo.
All'interno della Riserva, molto caratteristiche sono le grotte di diversa profondità e sviluppo, spesso caratterizzate da corsi d’acqua sotterranei e da spettacolari stalattiti e stalagmiti.

Pineta di San Rossore
La Tenuta di San Rossore (4800 ettari) è il centro del Parco Naturale. Furono i Medici a destinare l'area a riserva di caccia diventando poi con i Savoia residenza estiva dei regnanti e nel 1957 residenza del Presidente della Repubblica. Dal 1998 è divenuta proprietà della Regione Toscana.
Il Parco (23.000 ettari), è caratterizzato da una notevole varietà di ambienti naturali e l'acqua è la vera chiave di lettura del territorio. Stagni, fossati, paludi, canali si alternano a boschi con una straordinaria ricchezza e diversità di specie animali e vegetali.

Lago di Massaciuccoli
Il Lago di Massaciuccoli è lo stadio avanzato di una laguna costiera molto antica, la quale è arretrata con l’avanzare della linea di costa nella zona di Massarosa.
Oggi, con una estensione di circa 2000 ettari di cui 700 di specchio lacustre, rappresenta la zona umida più importante della Toscana. Si presenta come uno stagno costiero circondato da una vasta fascia di vegetazione palustre, con acque mediamente basse (1,6 m la profondità media con punte di 3-4 m).

(da www.versilia.com)